Competizionimatchnewsrisultati

Annunciato il Best Team della Winter Cup 2019 !

Best Team Winter Cup 2019

Facciamo i complimenti a tutti i giocatori e giocatrici che si sono impegnati mettendo sudore e cuore sul campo per confrontarsi con i loro amici ed avversari alla Winter Cup 2019.

Tra loro però, alcuni si sono distinti per tecnica, rendimento e tenacia, contribuendo in maniera speciale alla prestazione della propria squadra ed al successo della competizione, tanto da essere votati dalle squadre partecipanti come i migliori del torneo: scopriamo insieme il Dream Team invernale, ovvero il BEST TEAM della Winter Cup 2019!

MVP Winter Cup 2019:

Fabio Gibin: nuovamente miglior giocatore del torneo, per la seconda volta consecutiva (Torneo Nazionale 2018 e Winter Cup 2019); veloce, preciso, svaria su tutto l’attacco facendo andare ai matti i difensori avversari con tempismo micidiale ed una capacità di infilare sempre gli spazi; ogni palla giocata per Gibin ha il 99% di probabilità di diventare Gol. Conquista infine il titolo di Capocannoniere con decine di goal di scarto sul secondo classificato, ma si pone anche come assistman in più di un’occasione, portando la propria squadra sul podio più alto, ancora imbattuta. In una parola: devastante.

Federico Pistidda: al Torneo Nazionale era stato votato ad ex-aequo con Gibin, e non si smentisce nemmeno in quest’occasione; il “Michael Jordan” copre instancabilmente tutto il campo per l’intero torneo: in posizione di Catcher, soprannominato “The Wall” dai compagni, blinda la difesa e la propria meta facendo contare i suoi centimetri ma soprattutto la sua potenza; in attacco crea superiorità e quando prende palla in zona meta, è pressoché innarrestabile. Imposta, si getta avanti, e poi torna a fulmineo a salvare la difesa. Una certezza degli Hit Dogs e del Floball.

Daniele Belotti

Daniele Belotti: debutta nella sua nuova squadra dei Bombarda con la fascia di Capitano, e subito lascia il segno conducendoli alla vittoria contro i Gators, e poi nuovamente contro gli stessi avversari conquista la finale con una rimonta degna di nota; gioca con presenza e personalità degna di un veterano, tenendo alta la fiducia dei compagni anche quando in semifinale sembra farsi dura; governa la difesa che si rivela un punto di forza soprattutto contro i Gators, e quando sale in attacco dimostra tutta la sua classe: Condottiero.

Emanuele Alessandri: altro co-fondatore dei Bombarda Brixia (Floball) assieme a Belotti, svaria in attacco con intelligenza pungendo e creando occasioni pericolose per gli avversari. Dimostra ottima intelligenza tattica, anche se il temperamento a volte lo induce alla protesta, ma quando Belotti si deve fermare per svariati minuti per un leggero infortunio è lui a guidare il collettivo. Non chiude come capocannoniere della squadra, ma sue sono le mete più pesanti in entrambi i confronti coi Gators, soprattutto nella rimonta in semifinale, e per la seconda competizione consecutiva, come Pistidda e Gibin, entra di diritto nel best team. Inossidabile.

Achraf Saiklaroussi: alla sua prima partecipazione, come Guardia Piccola tiene in corsa i Gators diventandone un membro insostituibile: prolifico in attacco, e puntuale in difesa. Soffre contro gli Hit Dogs la velocità di Gibin, ma alla sua giovanissima età tiene testa nel confronto con giocatori molto più esperti come Joly, Pistidda, e gioca ad armi (quasi) pari con l’insidioso Garzaro. Contro i Bombarda da parecchio filo da torcere. Rivelazione.

Roberto Enrico Vai: debuttante, corre, suda e dimostra di essere pienamente all’altezza del confronto con qualsiasi avversario: la giusta velocità e fisicità, ed una buona tecnica che fanno sperare per la nazionale in futuro. Prospettiva.

Guido Bianchetti: è il giocatore con più anni anagrafici del torneo, eppure per grinta e fiato in pochi riescono a tenergli dietro. E’ un muro in difesa come Guardia Piccola assieme a Belotti: lotta, si propone e non molla mai, nemmeno quando 4 (!!!) partite nello stesso giorno si fanno sentire nei muscoli, e corre su e giù per il campo noncurante di una distorsione procuratasi già dalla seconda partita: Guerriero.